Tramite il Laser Q-Switched è possibile rimuovere un tatuaggio di colore nero/blu per circa il 90-100% della sua composizione totale, senza lasciare cicatrici e mantenendo la cute completamente integra, considerando che il risultato ottenibile è variabile a seconda del tipo di tatuaggio, la zona in cui si trova, il colore e quando è stato effettuato. La rimozione dei tatuaggi viene eseguita tramite laser Q-switched, che attraverso un impulso laser di breve durata, permette di distruggere le cellule dentro le quali si è accumulato il pigmento scuro, spezzandolo in piccoli frammenti che, nel corso dei giorni seguenti, si smaltiscono nei liquidi corporei e/o durante il ricambio cellulare della pelle. I trattamenti vengono ripetuti una volta al mese e seduta dopo seduta avviene una graduale riduzione e/o scomparsa del tatuaggio. I brevi impulsi del laser consentono di evitare surriscaldamenti della pelle e quindi evitano cicatrici, grazie alla tecnica della fototermolisi progressiva.

 

Che cosa ci si deve aspettare da questo laser?

Il laser Q-Switched non cancella definitivamente il tatuaggio come la gomma cancella il segno di una matita. Sono necessarie più sedute per vedere dei miglioramenti effettivi. Il numero delle sedute dipende da diversi fattori:

 

  1. Tipo di tatuaggio: i tatuaggi professionali sono i più difficili da rimuovere a causa della maggiore profondità e densità del pigmento scuro.

  2. Età del tatuaggio: i tatuaggi più vecchi sono più facili da eliminare rispetto a quelli fatti di recente, poiché il corpo ha già eliminato una parte del pigmento negli anni.

 

Il numero di sedute necessarie, quindi, non è prevedibile, è variabile tra le 2 alle 4 sedute, e in quelli più difficili da trattare fino a 8 o 10 sedute.

 

Quali sono le controindicazioni al trattamento?

  1. I pazienti con cute olivastra, mulatti o di pelle molto scura può provocare un alto rischio di alterazione della pigmentazione e ustione della pelle.

  2. Soggetti con tendenza a sviluppare cicatrici ipertrofiche o cheloidee.

  3. Infezioni attive della pelle.

  4. Stagione calda e/o troppo soleggiata (primavera avanzata, estate).

 

Post trattamento

Al termine del laser il paziente può avvertire un leggero bruciore nelle prime 24 ore dal trattamento, nei giorni successivi possono formarsi mini crosticine e bolle sulla pelle trattata e durare fino a 10 giorni. Nel frattempo si possono applicare unguenti antibiotici fino a completa guarigione. La pelle può rimanere arrossata per 15 giorni e/o per almeno un mese dal trattamento, non bisogna esporsi direttamente al sole ed evitare fonti di calore come saune e/o lampade abbronzanti.

 

Il risultato e la durata

Al termine dei cicli delle sedute laser potrà rimanere, in corrispondenza del tatuaggio rimosso, un’ombra denominata “fantasma del tatuaggio”, per un periodo di tempo indeterminato o anche per sempre.

 

La Dottoressa Michela Centrone è un Medico estetico che esegue trattamenti di medicina estetica come il laser Q-Switched per rimuovere i tatuaggi a Bologna in via Cesare Zuccardi Merli 14 , 40141. Riceve per appuntamento sempre nel medesimo studio anche pazienti provenienti da: Modena, Ferrara, Faenza, Ravenna, Forli, Cesena, Rimini, Imola, Reggio Emilia, Parma e Fidenza.

Richiedi informazioni gratuite sul trattamento da te preferito, compilando il form presente in questa pagina oppure cliccando la voce contatti del mio sito o telefonando ai numeri - Dott.ssa Michela Centrone

 

Dott.ssa Michela Centrone Dott.ssa Michela Centrone